martes, 25 de septiembre de 2012

MARCA FUTSAL 2-2 KAOS FUTSAL. CRÓNICA Y VIDEO RESUMEN

Resumen del partido entre Marca Futsal y Kaos Futsal, en el que Borja Blanco hizo su primer gol en la Serie A italiana 



MARCA FUTSAL-KAOS FUTSAL 2-2. 

Non arriva la prima vittoria: il Kaos rimonta al Palamazzalovo


MARCATORI : pt 19'10 Borja Blanco,st 8'15 Follador, 9'17 Andrè,17'02 Scandolara su rigore

MARCA FUTSAL: Miraglia, Ercolessi, Borja Blanco,Caverzan,Follador,Wilhelm, Duarte,Di Guida, Bebethino,Kuromoto,Querin,Bertoni
Allenatore : Sylvio Rocha.

KAOS FUTSAL: Laion, De Cillis, Drago, Andrè, Duarte, Petriglieri, Jeffe, Marcelignho, Sapia, Scandolara, Brugin, Tonidandel.
Allenatore: Capurso Leopoldo

1°Arbitro: Alessandro Malfer di Rovereto
2°Arbitro: Luca Rutigliola di Bari
Cronometrista: Nicola Salvalaggio di Castelfranco Emilia
Ammonti : Ercolessi,Bebetinho per la Marca,Tonidandel,Duarte e Scardolara del Kaos

Spettatori 300 circa.

Un brodino il pareggio che porta a casa la Marca Futsal dopo 40 minuti giocati con grande intensità e acume tattico, ma purtroppo è un periodo che le cose non girano per il verso giusto. Dopo aver conquistato il doppio vantaggio, ecco li che destino comincia a voltare le spalle ai bianconeri. Duarte uno dei migliori in campo, comincia a "baruffare" con un quadricipite dispettoso che lo costringe ad alternarsi tra il campo e la panchina. Borja Blanco, oggi straripante, prima viene toccato duro un paio di volte e a 12 dal termine crolla a terra con una gamba dolorante e viene sostituito da Caverzan, che pochi minuti dopo subisce un contraccolpo sul ginocchio, a causa di una pallonata su una forte punizione calciata dall'ex Jeffe . Ed altro "change" nel giro di una manciata di minuti. Il Kaos, da qui comincia a prendere coraggio capendo che forse qualcosa in casa Marca non gira per il verso giusto....

Prima un tiro Andrè, sporcato da un tacco di un difensore trevigiano supera Kuromoto, poi successivamente lo stesso portiere è protagonista di un episodio dubbio per un presunto contatto tra lui e Scandolara in area che costa la massima punizione che lo stesso numero 10 del team bolognese trasforma.

Da qui di nuovo Marca in the box, per scardinare la difesa ospite ma un Laion in versione paratutto e una traversa malandrina che respinge la deviazione a botta sicura dell'ex Bebetinho, al debutto, negano la gioia dei tre punti al rooster di Sylvio Rocha che al nostro microfono ha commentato la gara.







No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada